Storie sociali, Scratch e Lego WeDO:

un'interazione proficua

Bisogni Educativi Speciali

Finalità del progetto:

Sviluppo delle abilità relazionali

Sviluppo della comprensione sociale

(Obiettivi prefissati nel Piano Educativo Individualizzato dell’alunno con Disturbo dello Spettro Autistico).

Le storie sociali:

strategie per apprendere

Brevi racconti scritti per aiutare bambini con DSA a migliorare i loro rapporti interpersonali;

permettono di far capire quale sia il comportamento giusto da adottare in determinate situazioni.

L’utilizzo delle strategie comportamentali: il rinforzo positivo

Le macchine (tecnologie) per apprendere, sviluppano un feedback retroattivo che funge da rinforzo nell’apprendimento del discente, nel momento in cui viene eseguita un’azione corretta.

L’elemento di rinforzo, (positivo), è quello che troviamo alla base della presente esperienza di apprendimento.

Strumenti promotori di rinforzo alla base della presente esperienza:

Lego Education WeDo;

Scratch.

Lego Education WeDo permette un approccio diretto, che coinvolge attivamente gli studenti nel loro processo di costruzione delle conoscenze;

favorisce il pensiero creativo, il lavoro di gruppo e il problem solving.

Scratch è un ambiente di apprendimento sviluppato da MIT, un software attraverso il quale è possibile creare animazioni.

Scratch e Lego WeDO

La costruzione di una storia è di per sé relazione (E. Micheli)

L’esperienza

Individuazione del comportamento-problema (difficoltà che il bambino incontra nell’atto di condivisione del proprio materiale scolastico);

Discussione in classe mediata dall’insegnante, dalla quale è scaturita la storia sociale (comportamento corretto);

Rappresentazione grafica e acquisizione delle immagini.

Introduzione del sensore di movimento/simulazione dello scambio di oggetti in un contesto motivante (tra reale e virtuale, partendo da eventi fisici esterni).

Lo strumento tecnologico, in questo caso Lego Education WeDo, programmato con Scratch, è servito quale elemento di incentivo e di rinforzo positivo,
per promuovere il potenziamento di competenze sociali del soggetto autistico coinvolto.

Macchine per apprendere e Scaffolding emotivo

La tecnologia funge da scaffolding emotivo, incentivando la costruzione di schemi logici atti a contenere l’ansia (fattore comune nei bambini autistici).

Il Rinforzo positivo è rappresentato, dunque, dall’attività ludica e scaturisce dall’utilizzo dello strumento stesso.

Gratificazione - Coinvolgimento - Rinforzo positivo

I fattori che hanno influito positivamente nell’acquisizione della regola sociale legata alla condivisione dei materiali scolastici.

Storie sociali e NT